Gli anfibi

Il mondo degli anfibi ha da subito fatto presa in un Francesco appena adolescente: ogni ambiente umido del Parco Regionale Marturanum è stato per lui uno scrigno ove reperire campioni di studio e conoscerne le abitudini ecologiche. Stagni, fontanili e ruscelli lo vedevano giovanissimo alla ricerca di tritoni e raganelle: una grande passione rafforzatasi nel periodo di studi universitari, percorso accademico di cui una tesi di laurea sulla salamandra pezzata ha rappresentato il primo gradino.
Si è occupato di centinaia di popolazioni di anfibi, i due terzi delle specie presenti dall’arco alpino alla Calabria, molte delle quali di grande priorità conservative per la fauna italiana.
Francesco ha svolto studi su diverse specie di anfibi, tra cui la salamandra pezzata (foto grande), la salamandrina dagli occhiali, la rana appenninica, le rane verdi del complesso ibridogenetico rana esculenta, la rana agile, la rana montana, il rospo comune e il rospo smeraldino, l'ululone appenninico e varie specie di tritoni.

Le attività di ricerca cui Francesco ha collaborato attivamente hanno portato alla pubblicazione di articoli scientifici sulle più importanti riviste mondiali di ecologia, conservazione ed evoluzione, nonché alla formulazione di linee guida per la conservazione della fauna anfibia, tra cui quelle per la gestione degli anfibi nell’intera regione Lazio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Home Page Comune di Barbarano Romano Sistema Regionale RESINA