I rettili

Il grande interesse per il mondo animale, nato in Francesco da giovanissimo, ha riguardato tutti gli aspetti della fauna. Una particolare e precoce attenzione è stata dedicata al mondo dei rettili, nel quale ha posto il primo interesse scientifico.
Tra le specie più studiate, il ramarro, la testuggine comune e il geco verrucoso, tutte specie presenti con popolazioni autoctone all'interno dell'area del Parco Marturanum e, in generale, nel territorio della Tuscia Rupestre.

Anche le vipere italiane erano uno degli obiettivi futuri di studio di Francesco: più volte e in diverse occasioni aveva manifestato il suo desiderio di studiare l'ecologia e la variabilità cromatica di questi interessanti ofidi, che rispettava sempre negli incontri occasionali, durante le escursioni naturalistiche o di ricerca.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Home Page Comune di Barbarano Romano Sistema Regionale RESINA